Afghanistan: Obama vuole armare i Droni italiani. Via libera ai bombardamenti?

L’Italia bombarderà l’Afghanistan? Non lo sappiamo con certezza, ma sappiamo che gli Stati Uniti d’America in questi giorni stanno discutendo sulla possibilità di armare i nostri Droni Reaper. Lo ha reso noto due giorni fa il Wall Street Journal.

http://s.wsj.net/media/swf/VideoMicroPlayer.swf

Al momento i nostri droni vengono utilizzati esclusivamente per operazioni di ricognizione e sorveglianza del territorio afgano. Se venissero dotati di missili e bombe, come auspica il presidente Obama, l’Italia sarebbe l’unico Paese, oltre a Stati Uniti e Inghilterra, a far volare droni armati e pronti a colpire.

Ma veniamo ai dettagli: il Wall Street Journal ha rivelato che ad aprile Obama avrebbe espresso l’intenzione di vendere all’Italia sei kit d’arma per i droni Reaper: due di questi velivoli sarebbero stati utilizzati dal nostro Paese nella guerra in Libia, mentre altri 4 dovrebbero essere operativi a fine 2012. Naturalmente la decisione di armare i nostri aerei è stata discussa al Congresso: non risulta, al momento, che siano stati espressi pareri negativi in merito. Ciò lascerebbe pensare che l’operazione andrà a buon fine.

La portavoce del Pentagono Wendy Snyder ha dichiarato: “Il trasferimento di strumenti e servizi della difesa americana all’Italia, tra gli altri alleati, le permetterebbe di condividere parte dei costi e di contribuire alle operazioni che proteggono non solo le truppe italiane ma anche quelle degli Stati Uniti e di altri partner della coalizione”. . Servirà un anno – dichiarano gli esperti interpellati dal giornale americano – affinché i sistemi vengano perfezionati e gli italiani addestrati all’uso delle nuove armi.

Il Teal Group – un gruppo di analisti esperti in difesa aerospaziale – ha stimato che il giro di affari mondiale per i droni Reaper e Predator arriverà fino a 5,8 miliardi di dollari nel 2017, contro i previsti 4,3 del prossimo anno. Soldi a palate per l’industria bellica americana.

AgoraVox Italia ha richiesto un’intervista al ministro della difesa Giampaolo Di Paola perché venga chiarita la posizione del nostro Paese in merito a questa notizia. E’ chiaro che se c’è un venditore (gli Stati Uniti) deve esserci anche un acquirente. L’Italia acquisterà i sei kit di armamenti per droni? L’Italia si prepara a bombardare l’Afghanistan?


LEGGI ANCHE: Afghanistan: via libera alle bombe. Ecco cosa c’è dietro

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...